Complesso di malattia, il diabete non impedisce di vivere “quasi” normalmente. A condizione, tuttavia, con attenzioni quotidiane e di istruzione. Qui ci sono 7 informazioni che potrebbe sorprendervi.

Il diabete è una malattia che colpisce oltre tre milioni di persone in Francia. Dopo lo shock dell’annuncio, il medico spiega come gestire la malattia su base giornaliera, per evitare complicazioni e per i dettagli possibili trattamenti. Cambiamento di stile di vita, regolare controllo della glicemia e a volte più di iniezioni quotidiane di insulina … Non è facile da dire o ricordare in un appuntamento? Un piccolo catch-up sessione con i nostri esperti.

1. Confronto non è più un obbligoConfronto non è più un obbligo

È ora possibile modulare le iniezioni di insulina in base a ciò che si mangia e il momento del pasto. Confronto non è più un obbligo.

Allo stesso modo, non è più indispensabile per mangiare a orari fissi . “C’è, tuttavia, un’eccezione in donne in gravidanza con diabete di tipo 1, in cui è ancora difficile per stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue. Spesso devono dividere i pasti con almeno uno snack al giorno, di solito al mattino, “dice il Professor Jean-François Gautier, capo del Centro Universitario per il Diabete all’ospedale Lariboisière di Parigi.

2. Lo zucchero non è il nemico numero uno del diabete

“Come diabete traduce in un elevato livello di zucchero nel sangue, c’è spesso confusione che porta a ritenere che i carboidrati dovrebbero essere rimossi dalla dieta. Che è un errore, perché per funzionare il cervello ha bisogno di zucchero, esclama il Professore Gautier. È soprattutto l’apporto calorico, soprattutto nel grasso, che deve essere ridotto, senza esclusione di loro. “

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, i carboidrati dovrebbero essere presenti nel piatto ad ogni pasto , soprattutto sotto forma di alimenti ricchi di amido. Ma per evitare che il sangue di glucosio da svettanti, è meglio tenere i legumi e ortaggi secchi (lenticchie, fagioli rossi, piselli spezzati) con un basso indice glicemico (GI), di semola o riso bianco più elevati GI.

Il cioccolato fondente con il 70% di cacao, con la sua GI equivalente a quella di frutta rossa, non influisce di zucchero nel sangue di controllo. Si può anche rompere per un cioccolato fondente di adattare la sua iniezione di insulina. “Vietare il dolce sapore sarebbe anche pericoloso, perché il rischio è quello di pensare solo a quello e a sviluppare disturbi del comportamento alimentare con dolce compulsioni”, aggiunge il Professor André Grimaldi, professore emerito di diabetologia all’ospedale Della Pitié-Salpêtrière di parigi (Parigi).

3. Dolcificanti forniscono alcun beneficio

Essi non consentono di perdere peso, si potrebbe anche deregolamentare il livello di zucchero nel sangue. Come per le calorie, l’argomento non è convincente.

“Lo zucchero nel caffè è di 20 calorie, che non è enorme. La sua sostituzione con un dolcificante non ha alcun senso”, sottolinea il diabetologo. Ovviamente, se si beve due litri di soda al giorno, è meglio scegliere la versione edulcorata.

4. Vedere un oculista è essenziale

“La domanda che dovrebbe essere chiesto prima di chiudere diabetica è:” hai visto un ophthalmo? “Insiste Il Professor Grimaldi. Diagnosticata precocemente, la retinopatia può essere trattata. In Francia, la partecipazione degli occhi legate all’eccesso di zuccheri nel sangue è la prima causa di cecità prima dell’età di 60 anni. È quindi importante non dimenticare la sua visita l’oculista una volta l’anno.

Né l’appuntamento annuale del ridimensionamento del dentista : “Non solo i diabetici sono più a rischio di sviluppare la malattia parodontale, ma una malattia parodontale, trattati migliora di zucchero nel sangue,” dice il Professor Gautier.

5. È sera a piediÈ sera a piedi

Passeggiata di 15 minuti dopo cena, con un quick step, abbassa di zucchero nel sangue inferiore a camminare 45 minuti al mattino o al pomeriggio. Naturalmente, qualsiasi attività fisica 30 minuti, 5 giorni alla settimana, riduce il livello di zucchero. Camminata veloce, bicicletta, nuoto, jogging … queste le attività di resistenza, migliorare la sensibilità all’insulina dei muscoli. Esercizi per la costruzione muscolare sono anche utili.

“Si è sempre detto che i diabetici dovrebbero limitare se stessi per l’attività di resistenza, ma siamo in grado di associare la resistenza e potenziamento muscolare durante i giochi di tennis, per esempio,” ha dichiarato Jean-François Gautier.

Nei primi giorni di diabete, l’attività può anche evitare o ritardare l’assunzione di farmaci. L’unica precauzione: i diabetici di Tipo 1 devono adattare la loro dieta (o la loro assunzione di insulina) perché lo sport è ipoglicemico.

6. Non è una malattia genetica

Eredità conta, ma non ci sono geni del diabete. Questi sono solo “predisposizioni” .

  • Nel diabete di tipo 1 , è ancora molto bassa: un parente, il padre o la madre è diabetica, in circa il 5% dei pazienti.
  • D’altra parte, è più frequente nel diabete tipo 2 poiché un genitore (padre, madre, fratello …) è presente nel 40% dei pazienti. È l’interazione dell’ambiente (dieta, attività fisica,…) con l’eredità genetica che causa l’insorgenza della malattia.

7. Dormire bene è antidiabeticiDormire bene è antidiabetici

Recenti studi hanno dimostrato l’effetto benefico di una buona notte: quando non è abbastanza a lungo, per almeno 7 ore, e di buona qualità, il sonno favorisce di zucchero nel sangue di controllo.

Autore: Oriane Dioux Consulente (s): Pr Jean-François Gautier, capo del Centro Universitario per il Diabete in Ospedale Lariboisière, Parigi Professor André Grimaldi, Professore Emerito di Diabetologia, la Pitié-Salpêtrière di parigi Ospedale, Paris Pubblicato su 15.12.2015

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *