Sempre più usato in medicina e chirurgia, a freddo, ha una vera azione terapeutica. Il punto su queste nuove indicazioni di temperature sotto lo zero.

Aiuta a recuperare dopo lo sforzo fisicoAiuta a recuperare dopo lo sforzo fisico

Sempre più club e palestre, centro di talassoterapia e fisioterapia pratiche di dotare le cabine crioterapia , dire “tutto il corpo”. Espongono il corpo a uno shock termico di -110 ° C a -140 ° C per periodi di 1 a 3 minuti. Questo provoca una cascata di ormonali e biochimici effetti che inducono un anti-dolore in azione, stimola la circolazione sanguigna, favorisce il recupero dopo l’esercizio fisico, rilassa e stimola la psiche.

In pratica :

Le sedute si tengono di solito in una cabina chiamato Cryosauna, dove è possibile sedersi in posizione eretta, ma lasciare la tua testa all’aria aperta. L’azoto liquido è diffusa. L’aria rimane a secco, che allevia la sensazione di freddo sentito. Attendere circa 40 € per la sessione, che non vengono rimborsati.

Distrugge metastasi

Recentemente, il freddo è diventato un’arma in più contro il cancro. Permette di sbarazzarsi di piccoli tumori o metastasi che sono alloggiati in luoghi difficili, come il fegato, i polmoni o la cervice.

In pratica :

La procedura viene eseguita in ospedale in anestesia generale. Il medico, di solito un radiologo addestrati in radiologia interventistica, introduce una sonda all’interno dell’organo, guidate dall’imaging medicale. Questa sonda si diffonde dal freddo tra -80 ° C e 160 ° C, che distrugge la lesione.

Attiva traffico

Il caldo-freddo alternanza alle mani, gambe o piedi permette un rapido afflusso di sangue, seguito da un altrettanto rapido drenaggio. Questo principio di doccia Scozzese è raccomandato in caso di gambe pesanti, edema, ma anche l’artrosi o artrite delle mani e dei piedi.

In pratica :

Preparare due bacini di acqua a 30 ° C, l’altra raffreddato con ghiaccio in cubetti. Posizionare le mani o i piedi per 3 minuti in caldo e poi subito per 3 minuti al freddo. Dai 2 ai 3 successivi passaggi. Per le gambe, passare alternativamente acqua molto fredda e acqua molto calda sulla pelle.

Allevia dopo uno shockAllevia dopo uno shock

Stringendo il diametro dei vasi sanguigni e abbassare la sensibilità della pelle al dolore, il freddo atti di analgesici, anti-infiammatori e aiuta a drenare e detossinare i tessuti. Combatte infiammatoria acuta il dolore come la tendinite, artrite, distorsioni, colpi, blues o contusioni.

In pratica :

A casa, è possibile applicare impacchi freddi (freezer outlet) o un impacco di ghiaccio per 15 minuti, alla menta, rinfrescante a base di panna o con una doccia fredda per abbassare la temperatura corporea da 1 a 2 ° C. È inoltre possibile utilizzare un refrigerante bomba (in farmacia). Ripetere l’operazione 2 a 3 volte al giorno entro 2 a 3 giorni dopo il trauma.

Ci fa una bella pelle

La dermatologia è una delle prime specialità mediche hanno sequestrato il freddo come strumento chirurgico (crioablazione). Infatti, a temperature intorno ai -30 ° C a -50 ° C, è in grado di “bruciare” le piccole lesioni della pelle o escrescenze come le verruche, granulomi, cheratosi, o condilomi. Il dermatologo può anche usare per attenuare le cicatrici cheloidi. La maggior parte del tempo, l’agente utilizzato è l’azoto liquido. Permette di distruggere le cellule dell’epidermide, grazie ad un processo di congelamento rapido seguito da un lento riscaldamento durante il quale il processo di distruzione continua.

In pratica :

Il trattamento è relativamente indolore, perchè il freddo insensitises le terminazioni nervose. Solo una sessione di solito è sufficiente. La lesione si sviluppa in 3 fasi: la prima in bianco, diventa rosso, può gonfiarsi e doloroso entro 24 ore a 48 ore dopo l’intervento chirurgico. Poi necrosi e diventa nero. Dopo un mese, scompare completamente, lasciando una piccola bianca e morbida cicatrice. Certificato medico rimborsato.

Scolpisce una bella silhouette

Dal 2009, anno del primo cryolipolysis dispositivo (Coolsculpting), il freddo è uno dei metodi più efficaci per debellare la cellulite. Il dispositivo induce uno shock termico a -7 ° C, che distrugge in modo definitivo circa il 30% delle cellule di grasso nelle zone trattate. Queste non sono le riforme perché lo stock di adipociti non cambia dopo la pubertà. La silhouette è raffinato e i risultati finali sono stati osservati dopo due o tre mesi. Ma attenzione: le rimanenti cellule di grasso possono gonfiarsi e prendere il posto di coloro che sono stati distrutti, se non si adotta una dieta equilibrata e se ci rimangono sedentari …

In pratica :

Una sessione di criolipolisi dura in media dai 45 ai 60 minuti sotto la supervisione di un medico. Il medico pone una ventosa che succhia il tallone e selettivamente raffredda. Solo una zona viene trattata ogni volta. Per due manciate di amore, bisogna essere in due sessioni. Conteggio di tre o quattro sessioni per l’intero ventre. Costo: da 600 a 700 € a ventosa (quindi 1200 a 1400 € per un paio di calzoni o due manciate di amore). Sessioni non rimborsati.

Una nuova speranza per la spondilite?Una nuova speranza per la spondilite?

3 domande al Dottor Baptiste Coustet, reumatologo di ricerca per l’INSEP *

Di ricerca per l’INSEP, propone la crioterapia di tutto il corpo per i pazienti con spondilite , con quali risultati?

I risultati sono molto variabili da un paziente all’altro. Alcuni sono notevolmente migliorate e non prendere i farmaci, più 6 a 12 mesi di sessioni. Per gli altri, il miglioramento non è solo transitorio. Stiamo lanciando un grande clinici e biologici di studio per meglio comprendere questi effetti, per, eventualmente, ottenere il rimborso di crioterapia in questa indicazione.

Quante sedute consigliate?

Il protocollo è ancora empirica e deve essere perfezionato secondo i risultati del nostro studio. Attualmente, si consiglia di cure di 10 sessioni su 5 giorni, per essere rinnovata, se necessario.

Quali sono le altre patologie alleviato mediante crioterapia?

Negli studi, i risultati sono suggeriti sulla psoriasi, depressione, fibromialgia. Questo è perchè il freddo a -110 ° calma il sistema nervoso e blocca il rilascio di alcune cellule dell’infiammazione.

* Istituto nazionale di Sport, di Competenza e di Prestazioni

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *